Parola di Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical e Ubuntu Linux (o GNU/Linux, se preferite).

L’utilizzo di software proprietario sui sistemi operativi liberi è un tema fortemente discusso dagli utenti e dagli appassionati del settore. È giusto che un sistema operativo libero integri al suo interno del software proprietario?

La risposta è ovviamente soggettiva. Tra le tantissime distribuzioni Linux troviamo infatti sostenitori e oppositori di questa questione. Tuttavia, se è Mark Shuttleworth in persona a dichiarare che il sistema operativo Ubuntu Snappy Core 16.04 LTS (Xenial Xerus) supporterà driver grafici proprietari, il discorso esce dalla sfera dell’etica, approdando in questioni più pratiche e commerciali.

Driver grafici ad alte prestazioni sviluppati da Nvidia, AMD ed Intel saranno dunque supportati da Snappy Ubuntu, aprendo nuove possibilità per l’utilizzo di applicativi richiedenti prestazioni grafiche di alto livello.

Finché il supporto non sarà ufficialmente integrato nel sistema, continua Shuttleworth, gli interessati potranno comunque compilare le proprie immagini di sistema aggiungendo i driver proprietari. E voi, cosa ne pensate? La strada intrapresa con Ubuntu Snappy Core è quella giusta?

Fonte