CES 2017CuffieKickstarterNewsRecensioni

Bragi – The Headphone: auricolari true wireless | Recensione

Bragi - The Headphone - Recensione GizBlog

Nel corso della nostra ultima giornata al MWC 2017 abbiamo avuto il piacere di conoscere Lorena e Nikolaj, Communications Manager e CEO di Bragi, con i quali abbiamo fatto una lunga e piacevole chiacchierata alla fine della quale abbiamo ricevuto in dono le Bragi – The Headphone, auricolari true wireless dell’azienda.

È passato un po’ di tempo ormai, durante il quale li ho provati in diversi contesti, con diversi smartphone e con differenti formati audio, ed ecco le mie conclusioni!

 Bragi - The Headphones - Recensione GizBlog - Confezione

Bragi The Headphone: auricolari true wireless | Recensione

Packaging, design e materiali

La confezione di vendita è in cartone, sviluppata in verticale e con al suo interno uno scomparto estraibile nel quale troveremo tutto ciò che contiene:

  • Auricolari;
  • Dock di ricarica;
  • Earbuds di riserva in gomma e in foam;
  • Cavo microUSB per la ricarica (un po’ corto);
  • Quick Start Guide con i vari comandi;
  • Libricino per la garanzia;
  • Alcuni adesivi dell’azienda.

Bragi - The Headphones - Recensione GizBlog - Confezione

Le Bragi – The Headphone sono assemblate completamente in plastica, così come il dock. Gli auricolari si presentano con delle forme arrotondate molto piacevoli e un peso davvero minimo, il che si riflette in una perfetta vestibilità e tenuta durante le sessioni di running (sono anche resistenti al sudore).

Sull’auricolare destro troviamo la plancia di controllo a tre pulsanti, due per il volume e l’attivazione/disattivazione della funzione trasparency e uno per l’accensione, il pairing, la risposta alle chiamate e controllo delle tracce.

Se individuare i pulsanti risulta molto semplice è, invece, abbastanza scomodo utilizzarli. Dovremo applicare, infatti, una pressione tale che spingerà l’earbud destro un po’ più a fondo nel nostro canale auricolare, costringendoci, a volte, a rivedere la posizione dello stesso.

Anche il dock di ricarica risulta molto comodo, date le sue dimensioni molto compatte. L’unica vera pecca è la dipendenza dal cavetto microUSB, vista la mancanza di una batteria integrata.

Bragi - The HeadPhones - Recensione GizBlog - Controlli

Specifiche Tecniche

  • Driver ad armatura bilanciata Knowles®;
  • A2DP audio con codec AAC SBC (niente aptX);
  • Range di frequenza: 20 – 20.000 Hz;
  • Bluetooth 4.0, possibilità di memorizzare 4 dispositivi;
  • Audio Trasparency, ovvero una funzione che, tramite i microfoni interni agli auricolari, permette di sentire i suoni esterni per non isolarsi completamente, ottima soprattutto se si corre in strada.
  • Microfoni Knowles®;
  • Cancellazione del rumore passiva e bilaterale.

Connettività e autonomia

Dotate di una connessione Bluetooth 4.0, le Bragi – The Headphone non deludono affatto sotto questo, effettuando il pairing in pochi secondi e restituendo una connessione stabile e senza alcuna interruzione.

Anche sotto l’aspetto autonomia le Bragi riescono a soddisfare le nostre aspettative. Durante i miei test non ho raggiunto le 6 ore pronosticate dall’azienda ma ci sono andato spesso vicino.

Unico neo, quindi, resta la mancanza di una batteria integrata nel dock.

Bragi - The Headphone - Recensione GizBlog

Audio

Eccoci arrivati al punto cruciale di questa recensione.

Per quanto riguarda l’audio in chiamata, risulterà sempre pulito, riuscirete sempre a comunicare tranquillamente con il vostro interlocutore, con qualche piccolo problemino solamente se vi trovate in zone affollate.

Diverso è invece il discorso per quanto riguarda le prestazioni di questi auricolari quando andiamo ad ascoltare musica.

Partiamo dai lati negativi:

  • Volume non molto alto;
  • Riproduzione delle frequenze non all’altezza della qualità generale del prodotto.

Lati positivi:

  • Ottimo isolamento acustico;
  • Qualità audio generale piacevole.

Andando nel dettaglio posso dire che il volume non molto alto è ottimamente bilanciato da un isolamento acustico (e cancellazione del rumore) molto performante, soprattutto se utilizziamo gli earbuds in foam. Se però, come me, amate ascoltare la musica a tutto volume, potreste ritrovarvi a desiderare sempre qualcosa in più in termini di decibel.

Per quanto riguarda la riproduzione delle frequenze, invece, sono rimasto un po’ deluso. Il suono è si piacevole ma, soprattutto nei generi musicali più impegnativi, le frequenze alte non sono molto ben definite le basse non sono molto punchy. Posso dire con certezza che alcune cuffiette (cablate e non) che ho recensito durante gli ultimi mesi, molto più economiche delle Bragi, “suonano” meglio.

Bragi - The headphone - Recensione Gizblog

Conclusioni

Bragi ha concepito un prodotto pressoché perfetto sotto molti punti di vista, dotandolo, inoltre, della funzione trasparency, vero valore aggiunto da non sottovalutare in prodotti di questo tipo. È un vero peccato, quindi, che dal punto di vista del puro ascolto la qualità generale sia solo sufficiente.

Ci tengo a dire, però, che le prestazioni offerte dalle Bragi – The Headphone non si discostano molto da altre cuffie true wireless (anche più blasonate) che ho avuto la possibilità di provare negli ultimi mesi, facendomi arrivare alla conclusione che, probabilmente, una qualità audio maggiore su questo tipo di supporti sia ancora, ahimè, un miraggio.

Se foste interessati, potrete acquistare le Bragi – The Headphone direttamente sul sito ufficiale dell’azienda a 169 euro, con spedizione gratuita e 14 giorni per poterle restituire, anche senza motivo. In alternativa, c’è sempre il buon vecchio Amazon.

Acquista le Bragi – The Headphone dal sito ufficiale

Acquista le Bragi – The Headphone da Amazon

Bragi - The Headphone - Recensione GizBlog - Dock