ASUS Zenfone 3, la recensione completa di GizBlog.it

Lo scorso settembre ad IFA 2016 abbiamo avuto modo di partecipare all’evento di presentazione della nuova gamma di prodotti ASUS, dove tra questi era presente anche il nuovissimo ASUS Zenfone 3.

Dopo il boom di acquisti del suo predecessore, ovvero l’ASUS Zenfone 2, l’azienda taiwanese ha deciso di rinnovare completamente l’estetica e parte della dotazione hardware. Infatti, troviamo un design più moderno ed accattivante, un sensore fingerprint al posto dei tasti posteriori che tanto caratterizzavano gli smartphone di casa Asus ed infine, un SoC Qualcomm Snapdragon 625.

Dal momento che l’ufficio stampa non ci ha inviato alcun sample, nella recensione di oggi andremo ad analizzare la variante cinese da 5.5 pollici inviataci da GearBest, ovvero il modello ZE552KL. Non perdiamoci in chiacchiere, quindi, ed andiamo ad osservarlo insieme!

ASUS Zenfone 3 ZE552KL, la recensione completa di GizBlog.it

ASUS Zenfone 3 – Confezione di vendita

Molto bella la confezione di vendita con apertura a scrigno realizzata in cartonato di colore grigio ferro. Anteriormente troviamo il logo dello smartphone, mentre sulla parte posteriore sono presenti le varie specifiche tecniche e certificazioni.

Al suo interno troviamo la seguente dotazione:

  • ASUS Zenfone 3;
  • caricatore da parete cinese con uscita a 2A ed ingresso USB;
  • cavo USB – Micro USB Type-C;
  • cuffie in-ear e gommini per i vari padiglioni auricolari;
  • spilla per lo slot SIM;
  • manuali di istruzioni rapide.

ASUS Zenfone 3 – Design e materiali

Già dal primo momento si possono notare le differenze sostanziali tra questo ed il suo predecessore, infatti, troviamo un design totalmente rinnovato e più accattivante. La forma curva della back cover è stata abbandonata per dar spazio ad una costruzione molto più simile agli smartphone moderni e troviamo anche un frame perimetrale in metallo sul quale sono presenti diversi tasti.

Procediamo con ordine e cominciamo con il dire che questo smartphone è molto sottile, leggero e maneggevole nonostante sia un 5.5 pollici. Tutto ciò è merito delle dimensioni di 152.6 x 77.4 x 7.7 millimetri e del peso di soli 155 grammi.

L’ASUS Zenfone 3 è caratterizzato da una scocca unibody in vetro ed una cornice in metallo. La back cover, inoltre, presenta un motivo metallizzato con una sorta di zigrinatura circolare appena percettibile che rende il device molto affascinante.

Rimanendo sulla parte posteriore troviamo la fotocamera principale, la quale sporge rispetto alla scocca, accompagnata dal flash LED Dual Tone, dal sensore ad infrarossi per la messa a fuoco veloce e dal sensore di impronte digitali.

Sul profilo destro giacciono il bilanciere del volume ed il tasto di accensione e spegnimento, mentre sulla parte destra è presente solamente lo slot per l’inserimento di due SIM in formato Micro, oppure una SIM ed una Micro SD.

Inferiormente possiamo notare il microfono principale, l’ingresso USB Type-C ed infine, lo speaker di sistema. Sul profilo superiore, invece, vi è recato il microfono utile per la riduzione dei rumori ambientali e l’ingresso mini jack per le cuffie.

Arriviamo poi alla parte frontale dove in alto troviamo il LED di notifica, il sensore di luminosità e prossimità, la capsula auricolare e la fotocamera anteriore, mentre in basso sono presenti i classici tasti soft touch non retro-illuminati che caratterizzano casa Asus.

Proprio quest’ultimi potrebbero far storcere il naso a molti di voi in quanto privi di retro-illuminazione, ma personalmente, essendo stato possessore dell’ASUS Zenfone 2, non l’ho trovato un gran difetto in quanto ci si abitua rapidamente.

ASUS Zenfone 3 – Display

L’ASUS Zenfone 3 è dotato di un display di matrice Super IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) ed una densità di pixel pari a 401 PPI.

Il pannello è protetto da un vetro Corning Gorilla Glass 4 con curvatura di tipo 2.5D per rendere le linee più armoniose e piacevoli al tatto.

Asus Zenfone 3

Nulla da criticare a questo display che ha subito notevoli miglioramenti rispetto a quello del suo predecessore. La qualità è migliore e si vede, così come i colori che sono decisamente più vivi e coinvolgenti.

Tuttavia tramite l’impostazione Splendid è sempre possibile andare a modificare alcune impostazioni per bilanciare i colori a vostro piacimento.

Molto buona la luminosità minima e massima, così come gli angoli di visuale ed il touchscreen a 10 tocchi, il quale è veramente molto preciso e reattivo.

Forse si poteva fare qualcosina in più per quanto riguarda il trattamento oleofobico che riesce ad essere comunque sufficiente, ma non eccellente.

ASUS Zenfone 3 – Hardware e performance

Come già detto in apertura, in questa terza serie di Zenfone, ASUS ha deciso di cambiare quasi totalmente l’aspetto della dotazione hardware. Infatti, precedentemente a bordo era presente un SoC Intel Atom Z3580 con CPU quad-core da 1.8 o 2.3 GHz (in base alla versione), il quale ha lasciato il posto ad un chipset Qualcomm Snapdragon 625, comprensivo di un processore octa-core con frequenza di clock massima di 2.0 GHz.

A completare il comparto hardware troviamo una GPU Adreno 506, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile tramite Micro SD.

Asus Zenfone 3

Le prestazioni sono veramente ottime, il processore è decisamente poco energivoro e rende questo smartphone molto fluido e reattivo. Lag o impuntamenti vari sono praticamente assenti ed inoltre, la memoria RAM riesce a gestire egregiamente tutte le app aperte in background.

Per quanto riguarda il gaming, la scheda grafica riesce a garantire degli ottimi risultati anche durante l’utilizzo di giochi più impegnativi come Asphalt 8 o Real Racing 3, mantenendo un frame rate alto e costante.

La navigazione web viene affidata a Google Chrome ed è inutile dire che, anche qui, le prestazioni sono più che sufficienti grazie anche alla fluidità del browser di casa Google.

ASUS Zenfone 3 – Antutu Benchmark

ASUS Zenfone 3 – Comparto fotografico

Il comparto fotografico è composto da una fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con sensore Sony IMX298 con lenti Largan a 6 elementi, apertura f/2.0, autofocus laser, stabilizzatore ottico a 4 assi ed elettronico a 3 assi ed infine, flash LED Dual Tone.

L’interfaccia è completamente personalizzata e troviamo moltissime modalità di scatto, tra cui Manuale, Risoluzione Super e HDR Pro. Per quanto riguarda quest’ultimo, di base troviamo l’impostazione per l’HDR Automatico, il quale, però, non sembra influire particolarmente sul risultato finale delle foto.

In condizioni di buona luminosità i risultati sono molto buoni, così come sono buoni anche gli scatti in notturna, seppur la qualità tenda ad abbassarsi provocando un conseguente aumento del rumore. I colori sono ben rappresentati e complessivamente non ho riscontrato critiche particolari. Infine, la messa a fuoco è abbastanza reattiva.

Per quanto riguarda la fotocamera frontale, troviamo un sensore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0 che riesce ad effettuare buoni scatti sia in condizioni di luminosità favorevole che non.

ASUS Zenfone 3 – Test Video

I video possono essere registrati con una risoluzione massima 4K, oppure possiamo registrare anche in Full HD sia a 60 fps che a 30 fps.

I risultati sono decisamente buoni e lo stabilizzatore riesce a svolgere egregiamente il suo lavoro. Inoltre, possiamo godere dell’aiuto della stabilizzazione via software solamente fino ad una risoluzione massima di 1080p a 30 fps.

ASUS Zenfone 3 – Audio

Rispetto al modello precedente, lo speaker è stato posizionato sul profilo inferiore anziché nella parte posteriore dello smartphone. Scelta sicuramente più saggia che va ad aumentare la qualità nell’ascolto.

Un’altra novità è rappresentata dall’aggiunta dell’Outdoor Mode che se attivata va a risaltare le frequenze alte del brano in esecuzione, limitando la presenza dei bassi, così da far risaltare il suono in luoghi all’aperto o più caotici.

In definitiva la qualità audio è buona e lo speaker è abbastanza potente.

Le cuffie in-ear presenti in dotazione sono di discreta fattura e garantiscono un ascolto pulito.

Per quanto riguarda l’ascolto telefonico, l’audio è definito sia in capsula auricolare che in vivavoce. Il microfono funziona bene e non abbiamo riscontrato particolari problemi con il nostro interlocutore.

Presente, infine, la Radio FM.

ASUS Zenfone 3 – Connettività

L’ASUS Zenfone 3 presenta il supporto al Dual SIM Dual Stand-by con supporto al 4G LTE Cat.6 ed al VoLTE.

La pecca di questa variante cinese è che non presenta la banda da 800 MHz. Tuttavia, pur essendo cliente Wind, un paio di volte lo smartphone è riuscito ad agganciarsi al 4G, consentendomi di navigare ad alta velocità.

Nonostante ciò, l’assenza della banda 20 influisce solo in minima parte, in quanto la connessione tramite rete dati è ottima e non sono stati rilevati rallentamenti o problemi di perdita del segnale.

Sono presenti anche le connessioni Wi-Fi a/b/g/n/ac, il Bluetooth 4.2 ed il GPS/A-GPS/GLONASS, il quale è reattivo, affidabile e non ha mostrato particolari problematiche nell’aggancio del segnale.

Il sensore biometrico è situato sulla parte posteriore del device ed ha una forma allungata che ricorda molto il bilanciere del volume presente sull’ASUS Zenfone 2. In qualche modo, quindi, l’azienda taiwanese ha voluto mantenere integra la sua identità.

Tuttavia, il sensore fingerprint può registrate fino a 5 impronte diverse ed è veramente molto veloce e reattivo. Inoltre, è possibile associare ad esso alcune gestures come il doppio tap per attivare la fotocamera, un singolo tap per scattare una foto oppure per rispondere alle chiamate in entrata.

Asus Zenfone 3

Complessivamente potrei dire che 10 volte su 10 il dispositivo viene sbloccato con successo.

ASUS Zenfone 3 – Software

Per quanto concerne il sistema operativo, a bordo troviamo Android 6.0 Marshmallow personalizzato con l’interfaccia proprietaria ZenUI 3.0 che rende questo smartphone molto fluido e piacevole da utilizzare.

I punti a favore della ZenUI sono diversi, infatti è molto leggera e completamente personalizzabile a partire dai temi, passando per le icone e finendo ai fonts.

L’unica pecca è che sono presenti fin troppe App pre-installate che vanno ad occupare una parte della memoria interna e come se non bastasse, alcune non prevedono la possibilità di essere eliminate, ma sono disabilitate.

Per il resto troviamo un software fluido, esente da lag o impuntamenti e ben ottimizzato soprattutto sul fronte della gestione dell’autonomia.

Infatti, molte critiche sull’ASUS Zenfone 2 erano mosse a causa della pessima ottimizzazione che provocava un battery drain eccessivo.

ASUS Zenfone 3 – Autonomia

Lato autonomia, fresco dell’esperienza con ASUS Zenfone 2 non mi sarei mai aspettato dei miglioramenti così notevoli, ma a quanto pare mi sono dovuto ricredere.

Infatti, sotto la scocca è presente una batteria non removibile da 3000 mAh che riesce a garantire delle ottime prestazioni.

Asus Zenfone 3

Con un uso medio si può raggiungere anche un giorno e mezzo di autonomia, mentre con utilizzo intenso arriviamo tranquillamente a fine giornata con un 15% di batteria residua.

Le ore di display attivo sono variate tra un minimo di 4h20 ad un massimo di 6h00. Ribadisco, quindi, che l’autonomia è uno dei punti di forza di questo smartphone.

ASUS Zenfone 3 – Conclusioni

I possessori di ASUS Zenfone 2 avranno già capito che le differenze con la terza generazione sono molte e che quasi tutti i difetti sono stati corretti a partire dal battery drain.

La costruzione è in vetro e metallo invece che in plastica, il processore non scalda praticamente mai, il software è stato migliorato così come la fotocamera.

Insomma, non riesco a trovare dei difetti su questo nuovo ASUS Zenfone 3. L’unico punto su cui l’azienda taiwanese ha voluto insistere sono i tasti non retro-illuminati che, personalmente, non trovo particolarmente scomodi, ma che potrebbero far desistere alcuni utenti dall’acquisto.

In conclusione potrete acquistare la versione asiatica dell’ASUS Zenfone 3 ZE552KL su Gearbest a 325,26 euro.


Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


 

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.