Il nuovo servizio Youtube Red è ormai alle porte, e porterà alla piattaforma tante novità di cui abbiamo discusso in un articolo di ieri.

La novità di cui parliamo oggi riguarda invece i creatori di contenuti che lavorano sulla piattaforma video di Google, come artisti, musicisti, cantanti, commentatori di videogiochi, comici, recensori e quant’altro.

Con l’introduzione dell’abbonamento “Red”, ovviamente opzionale per gli utenti, tutti i creatori di contenuti che guadagnano una parte degli introiti pubblicitari come partner di Youtube dovranno accettare di supportare Youtube Red e le relative novità, altrimenti i loro contenuti non saranno più pubblicamente visibili da nessun utente, né utenti Red né utenti semplici.

youtube-red-55

Questa scelta non influenza ovviamente gli utenti che semplicemente caricano i propri video su Youtube senza alcun ritorno economico, ma influenza tutti quei creatori di contenuti che, fino ad oggi, guadagnavano attraverso la partnership con Youtube una parte degli introiti generati dalla visualizzazione di pubblicità.

I creatori guadagneranno ora una parte degli introiti pubblicitari per gli utenti semplici, ed una percentuale degli introiti degli account Red dagli utenti Red. La percentuale di guadagno dei creatori non è stata divulgata pubblicamente.

Ad oggi, la notizia potrebbe rendere felici molti dei creatori di contenuti, i quali, stando alle stime, guadagneranno probabilmente più soldi con gli account Red che con i classici introiti pubblicitari. Tuttavia la notizia rende chiara la posizione di Google (nei confronti dei creatori di contenuti) per il futuro della piattaforma: non adeguarsi alle novità della piattaforma significa smettere di utilizzarla con successo.

Fonte