Sul Play Store è possibile trovare veramente un numero esorbitante di tastiere alternative ma la tastiera di Google si è sempre distinta per la sua semplicità e precisione nella digitazione.

Con il rebranding della propria applicazione, divenuta ora Gboard, Google ha introdotto numerose nuove features richieste dagli tenti come ad esempio il supporto alla scrittura in più lingue simultaneamente e le ricerche integrate nella tastiera. 

Tale mossa sembrerebbe essere stata una mossa vincente in quanto ha permesso all’applicazione di raggiungere in brevissimo tempo la soglia delle 500 milioni di installazioni raggiungendo app quali Google Foto e Dropbox.

google gboard installazioni

Google Gboard: raggiunta quota 500 milioni di installazioni sul Play Store

Il numero esatto purtroppo non ci è dato saperlo in quanto sul Play Store è possibile vedere solo la categoria nel quale è inserita un app (in questo caso 500 milioni – 1 miliardo) e non il numero in tempo reale di installazioni. C’è da dire che questi numeri sono stati possibili anche considerando il numero di dispositivi in cui la tastiera di Google è installata come tastiera nativa anche se c’è da considerare che i grandi nomi come Samsung, LG o tutti brand orientali che non hanno i servizi di Google utilizzino delle versioni proprietarie della tastiera.

La tastiera di Google non è sempre stata presente sul Play Store: originariamente era disponibile solo per i device Nexus o dispositivi dotati di custom rom basate sul codice AOSP di Google.  L’applicazione è stata introdotta nel Play Store nel Giugno del 2013 in una versione molto minimale e priva di qualsivoglia funzione avanzata. Con il corso del tempo è stata di volta in volta aggiornata e migliorata diventando quella che ad ora potrebbe essere considerata la migliore tastiera disponibile per Android.

PlayStore